7 Maggio 2024

Sentirti libera nelle relazioni con gli altri

Sei pronta a prenderti un momento insieme?

Prenota ora la tua Discovery Call Gratuita, scopriamo insieme come possiamo lavorare.

Share This Post:

Cosa succede quando non senti più la pressione del giudizio?
Quando non hai più paura di dire la tua e di far rispettare te stessa, il tuo lavoro, i tuoi limiti e i tuoi confini?

Vi siete mai sentite così? Libere.

Ci sono giornate migliori di altre, lo sappiamo tutte, ma questa sensazione di sicurezza.. è impagabile.

Nella mia vita sono stati tantissimi i momenti in cui ho mascherato le mie insicurezze. Nel lavoro, nella vita privata, nelle amicizie.

Meglio non dirla questa cosa, chissà cosa penserebbero.
Meglio non metterlo questo vestito, non mi considererebbero professionale.
Non posso rifiutare questo contratto, non posso rinunciare a questo compenso.
Ma di cosa stanno parlando? Facciamo finta di nulla, non voglio mi credano una ignorante.

E l’elenco potrebbe continuare pressoché all’infinito con tutte le casistiche raccolte in 34 anni.

Ma sapete che c’è? Che mi sono resa conto dell’origine di tutte queste insicurezze: la paura del giudizio.

Si, forse non è da sola, ma oggi parliamo di questa.

La paura del giudizio si è radicata in noi già in tenera età: quando tutta l’educazione di Mamma, Papà, Nonni e Maestre era basata sull’essere un bravo bambino – per avere affetto, presenza e attenzione dovevi essere educato, bravo a scuola, non mostrare emozioni, non piangere, non urlare, non esagerare (..). Tutto per meritare un ‘brava’ o un abbraccio.

Da lì si insinua in noi il dubbio: ma quindi io, se non mi comporto come volete voi, non avrò amore? Non avrò rispetto? Non avrò nulla? Rimarrò da sola?

Chi tra voi è anche Mamma può capire quanto queste consapevolezze rendano la vita genitoriale ancor più difficile, perché ci sono momenti in cui frasi come “Amore, se continui così la mamma va via” escono senza nemmeno che tu ti renda conto delle parole che stai pronunciando…
Sappiamo molto bene la teoria, ma portare la pratica nella realtà di essere umani fallibili con un’educazione molto radicata è incredibilmente difficile.

Ma torniamo alla questione della paura del giudizio.
Dietro ad ognuna delle insicurezze di cui parlavo c’è il timore di essere giudicata in determinate situazioni o contesti.

Ma riconoscere questa paura non è sufficiente per poterla combattere. Manca un passaggio: imparare a riconoscere il nostro valore.

Finché noi non impariamo ad amarci, non potremo davvero superare la paura del giudizio.

E anche qui potrei aprire un altro capitolo relativo all’infanzia, ma lo faremo presto in un altro articolo che dedicherò specialmente a noi mamme.

Vorrei concentrarmi però su questa cosa dell’amarsi e del darsi valore, perché nell’epoca di Instagram le frasi motivazionali che contengono queste parole ci capitano davanti agli occhi quotidianamente, ma manca sempre il lavoro profondo che rende quelle frasi delle reali consapevolezze.

Perché è facile che una frase ci colpisca, ma non è altrettanto facile che diventi nostra.

Ognuna di noi ha difetti.
Ognuna di noi è unica.
Ognuna di noi, nel suo vissuto, ha cose di cui va fiera e altre di cui preferirebbe non parlare.
Ecco: andate lì. Tra quelle cose di cui non vorreste parlare: guardatele. Faccia a faccia.
Perché oggi siete qui. E le avete superate, anche quelle.
Cosa vi hanno insegnato? Cosa è rimasto? Come siete cambiate?
Perché se siete qui oggi è perché avete voglia di migliorarvi sempre.
Mentre vi guardate con gli occhi di oggi chiedetevi: ma che ne sanno gli altri del mio percorso? E io che ne so del percorso degli altri?

Dobbiamo, tutte, imparare ad abbandonare il giudizio nei nostri confronti e nei confronti degli altri.

Per poter abbandonare la paura del giudizio e per imparare ad amarci, dobbiamo essere noi le prime a lasciar andare il giudizio.

Altri racconti

Blog

Lasciati ispirare e motivare da altre Storie all’interno del Blog.

Richiedi disponibilità

Compila il form qui sotto per richiedere la disponiblità del percorso Taste the Change.

Voglio dedicare a tutte il giusto tempo e spazio, ma soprattutto l’energia che meritate, per questa ragione riesco ad avviare pochi nuovi percorsi al mese.

Se hai piacere, anticipami nel campo dedicato parte della tua storia, e organizzeremo insieme la prima call gratuita per conoscerci.